Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Se non puoi

Fuggi animo che puoi
Fuggi animo che puoi,
all’aria, dove l’orizzonte
guarda la sabbia
in danza con il mostro
che la batte, la spinge,
la sposta e la percuote
fino a lisciarle l’animo felice
che agli occhi dona
finalmente il mare.

E’ rumoroso
il grido di godimento
di quella bestia
in movimento su e giù per le dune
dell’arrendevole compagna.
E’ disumano il suo amplesso condiviso,
mentre avanti e indietro
alterna il gran piacere con l’amico.

S’affrettano, si spicciano virili,
chi accelera e chi frena,
chi ondeggia e chi s’allinea
e lei, la sabbia, cosa dice?
E lui il mare cosa pensa?
Ed io, che qui con loro rimedito la vita,
cosa attendo?
Un mostro spossato dal godere
si è fermato, l’altro,
ancora più eccitato ha perseverato
in attesa di una tavola imbandita,
di un sole che arresosi alla vita,
silente e taciturno, connivente al mondo,
ormai declina.

(Marilina Frasci)
Pubblicata il 20 aprile 2006 15:58:34


Condividi