Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Se non puoi

Ora so
Croci ai caduti
i pali ombrosi dell’estate
seminati in disordine
alla sabbia eccessiva,
ammucchiata a colle d’avorio
sull’orlo del mare che so esserci,
eppure non vedo.

Puntano minacciose
al cielo ingrigito
le assi di metallo
spoglie dei lenzuoli
che parano le ossa dal vento.

Accecano d’oblii
le nuvole sporche di pioggia
che sostano sul capo,
mentre a drappelli
deambula di freddo e vuoto
il primo maggio alla sponda.

Ora so che è l’infanzia
la magica euritmia del mare!

Bimbi s’apprestano a modificare l’incubo,
ed è una favola il mio pensiero spettrale.


(Marilina Frasci)
Pubblicata il 1 maggio 2006 12:26:17


Condividi