Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Cesenatico

Microcosmo


Sono il dimenticato del mondo,
il senza lavoro, povero dell’opulenza,
eremita abbandonato –disprezzato-
Porto nell’animo il cheloide
elargito dalla feroce madre,
esperito al margine dell’altrove.

Siamo il giardino
che resiste agli attacchi,
la dimora accogliente, pacifica,
dove cresce l’equilibrio del ricordo,
tradizione di civiltà.

Siamo –microcosmo-
conciliazione dell’uomo,
della natura, di Dio,
incarnazione del desiderio
nel Peter Pan
prigioniero della società.

Nostra è l’isola che non c’è,
nostri i bimbi liberi, conosciuti
senza pericoli nelle antiche strade,
nostra l’odierna giovinezza
che non percorre
i meandri dell’indifferenza,
non allontana il figlio dal padre
… dalla madre.

Siamo il contrappeso della follia collettiva,
l’intatto chicco, di sostanza e valore
da seminare al mondo, libro di carne
–anima-
da leggere per conoscere il segreto
che mantiene vivo il sentimento.




(Marilina Frasci)
Pubblicata il 1 gennaio 2008 11:07:00


Condividi