Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Senza quadrature

Ogni cosa
T’appartiene il mio piacere
in ogni cosa di te,
dai peli ispidi del sopracciglio
a quelli delle orecchie,
sin fino all’alluce del piede
il mio piacere ti percorre.
Nelle mani, alle sue dita.
Nella ragnatela delle vene
bluastre alla gamba sinistra.
Nell’ironia dei pensieri
che sono sguardo e poi parole
e poi ancora sorrisi.
Cresci d’amore nel mio piacere
di te in qualche broncio, nel brontolio,
poi nel silenzio, e più ti amo
nell’assenza - al ricordo -
di quel segno che hai lasciato
con il dolore del sonno
alla spalliera del letto.

Ogni cosa di te mi piace.

La fermezza saggia e regale
del sostare e del muoversi,
del tacere e del parlare,
del guardare e dell’ignorare.
E’ per te questo mio piacere
del seguirti nel silenzio,
dell’attenderti nel pianto,
del sognarti nel desiderio.
- E’ di te - che ogni cosa vale la vita.



(Marilina Frasci)
Pubblicata il 9 giugno 2010 18:35:51


Condividi