Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Orme lontane

Speranza



Speranza chiamasi un sentimento umano,
colmo d’ardore, scevro di dolore.

Passeggia i viali di notti solitarie,
squarciando le reti intrise di domani.
Viene a te al volo d’un sognare,
soffiando al cuore il vento dell’amare,
alla ragione bisbigliante di non disperare.

Sorride, canta, volge lo sguardo al corpo,
ma lui risponde stanco, cosa mi vuoi donare?
Gli siede accanto sul ciglio della strada,
gridando piano
“la vita è un fiore
chiuso nel pugno della mano”.

Veste di caldo, rimargina ferite,
ridona il sorriso al pavido tuo viso.
Non chiede niente, eppur gli dai
la fiducia persa dentro ai guai.
Le porgi un grazie per il domani morto,
tornato a vibrar di sua ragione,
dimentico d’ogni torto.





(Marilina Frasci)
Pubblicata il 10 settembre 2003 22:56:35


Condividi