Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Orme lontane

Fanciulla

Non comprendi, eppur lo urlo!
L’amor che per vette, lidi e valli impera,
a me avvinghiato delle sue fiamme arde,
delle sue vampe brucia la candida veste
dell’ingenua fanciulla.
Non raccogli, eppur lo porgo!
L’amor che di stupor ricama l’immenso,
l’anima mia ha orlato di ori e merletti,
il corpo ha trapunto di pietre e gemme,
delle sue scintille riluce l’umile sottana
della povera fanciulla.
Non leggi, eppur lo scrivo!
L’amor che munifico dona il sussultante sogno,
i giorni miei ha colmato di impeto e ardore,
la vita ha reso traboccante di impulso e slancio,
della sua gioia si colora il pallido telo
della nuda fanciulla.
Non vedi, eppur lo mostro!
L’amor che lusingando pennella le emozioni,
il mio dipinto ha affrescato di pensieri e sentimenti,
del presente quadro ha ritratto il variopinto domani
della speranzosa fanciulla.

(Marilina Frasci)
Pubblicata il 13 settembre 2003 20:44:59


Condividi