Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Il canto del pellegrino

Seppur volessi

Seppur volessi
con la forza della ragione,
indurre questo mio cuore a cambiar via,
egli con suicida e caparbia volontà
a te mi condurrebbe.

Lascerò
che segua il suo pensiero,
lascerò
che completi il suo cammino,
lascerò
che incontri il mio destino.

Nel più remoto angolo dell’io mi nasconderò,
zitta e quieta come bambina l’attenderò,
non una parola gli sussurrerò,
non un divieto gli imporrò.

Lascerò
che esegua il suo disegno,
lascerò
che consumi il suo impegno,
lascerò
che annulli il mio ingegno.

Del più pudico riserbo dell’anima mi vestirò,
candida e ingenua come bambina gli crederò,
non una domanda gli porrò,
non un dubbio gli manifesterò.

Seppur desiderassi
con la potenza della saggezza,
costringere questo mio cuore a mutar sentiero,
egli con fiducioso volere del sogno
a te mi consegnerebbe.

(Marilina Frasci)
Pubblicata il 18 settembre 2003 15:10:33


Condividi