Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Dentro l'anima

lo hanno voluto loro


Quando credi di essere tu
a fare i conti con la vita,
ed invece è lei a fare i conti
per te;
Quando piangi,
perché l'anima vede un mondo
che non c'è intorno
e la consola solo la musica
ad un volume che scuote il corpo
fino a fargli sentire le ossa
vibrare del suo tono;
Quando tutto
è ombra del buio sentimento
e non c'è intelligenza e cuore
in grado di comprendere
il dolore;
Quando domandi aiuto al cielo
e guardi senz'anima
il dito di rosso
rimasto al fondo del bicchiere
e vedi
tutta quella libertà
che Dio ci ha legato
strettamente
alle caviglie ed ai polsi come catene
della prigionia del mondo;
Quando le società
si ostinano
ad inventare ostacoli alla felicità,
costruendo strade facili
per uccidersi
e non per amarsi,
allora è chiara la realtà
di questa umana esistenza.

Amor mio, frantumare
tutte le porcellane della terra,
urlare tutte le verità dell'anima,
piangere tutti i soprusi subiti,
non sposterà gli accenti sbagliati
delle parole poste
sulla bilancia della giustizia degli uomini.

Che tu sia pazza
o savia
non impedirà ad un fiore
di vivere o morire,
non restituirà al cielo
il Paradiso del Creatore,
non convertirà le genti
che hanno inchiodato al legno
il Sacro Verbo di Dio.

Lascia che sia, amor mio,
ogni cosa com'è, lascia
agli accadimenti
il loro tempo ed il loro modo,
tu, osservali
e brinda al giorno in cui
non li vedrai più
… e, tieni a mente,
che anche Dio
non si rammarica più dei perduti della terra:
“Lo hanno voluto loro!”








(Marilina Frasci)
Pubblicata il 29 dicembre 2019 17:25:26


Condividi