Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Il canto del pellegrino

Someone

Tu,
indefinito essere,
abitante dei terresti campi,
navigatore dei celesti confini,
scavalchi la muraglia dell’ipocrisia,
per nasconderti nell’abbandonato
e incolto giardino
dell’anima mia.

Tu,
insondabile essere,
innaffiatore dell’arso terreno,
giardiniere del secco fogliame,
lavori la vegetazione della fantasia,
per confonderti nel germogliante
e fiorito letto del cuore mio.

Te incendi
il mio foco di speranza.

Te avvolga
la mia coperta d’indulgenza.

Te rincorra
il mio sogno di vita.

(Marilina Frasci)
Pubblicata il 18 settembre 2003 15:19:21


Condividi