Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Il canto del pellegrino

Nulla da dire




Fui eletta dal destino ad un incontro
dal divino premiata al calice della conoscenza
dall'umanità coperta con l’abito della demenza
dalla natura creata con corpo di penitenza.

Fui destinata nella cultura ad una assenza
dal sapere estromessa nella guerra dell’intolleranza
dall'ignoranza definita malanno di follia
dalla scienza reietta col teorema di saccenteria.

Fui ispirata dall'anima ad un confronto
ed il cuore nutrì il sogno.

Fui dalla società avvelenata nel vino del dolore
dalla fede salvata con l’ arma del perdono.

Non avendo nulla da dire, taccio!
Non avendo nulla a insegnare, imparo!
Non avendo nulla da fare, scrivo!
Non avendo nulla da dimenticare, ricordo!
Non avendo nulla da odiare, amo!
Non avendo nulla per cui morire, vivo!




(Marilina Frasci)
Pubblicata il 18 settembre 2003 15:48:19


Condividi