Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Il canto del pellegrino

Straniero

Dieci centesimi di fame,
poche briciole di pane,
le ho rubate alla sabbia della riviera,
le ho disperse al mare d’una scogliera.

Dieci centesimi di dolore,
scarso bottino d’oro,
l’ho elemosinato al sole della speranza,
l’ho restituito al vento dell’indigenza.

Dieci centesimi di futuro,
misero sogno di fratellanza,
l’ho depredato alla bisaccia della follia,
l’ho sperperato nelle strade della malinconia.

Dieci centesimi di amicizia,
poche carezze di sintonia,
le ho nascoste fra i tesori dell’anima mia,
le ho usate nell’attimo di solitudine e malattia.

Dieci centesimi di accoglienza,
mille baccelli di intolleranza,
li han seminati le lingue dell’ignoranza,
li han raccolti le mani dell’indifferenza.

Dieci centesimi di uguaglianza,
unico sguardo di indulgenza,
l’ho ricevuto dagli occhi d’un bambino,
l’ho destinato a faro del mio futuro cammino.

(Marilina Frasci)
Pubblicata il 18 settembre 2003 16:08:09


Condividi