Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Il canto del pellegrino

Mi vedo
Mi vedo,
il volto reclino all’inseguir degli occhi,
che dormienti e svegli,
godono l’estasi dell’irreale visione.

Ombre variopinte che agitano
il presente dell’essere
rischiarando il buio dell’eterna notte.

Danzanti e lievi,
quiete e gaie,
benevole e pacifiche, attendono.

Attendono una voce senza suono,
una luce parlante e colorata,
che racconti di amori disperati,
di irruenze e di pudori mai provati.

Mi vedo,
il corpo statico e legato
imprigionato agli occhi miei innamorati.

Che cosa strana,
osservarmi mentre attendo
che la vita divenga umana.

(Marilina Frasci)
Pubblicata il 18 settembre 2003 16:26:50


Condividi