Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Il canto del pellegrino

Gli odi degli uomini




Traboccano rabbiosamente
dal rancore
le inimicizie degli uomini!

Continue e incontenibili
le parole dell’offesa,
devastanti e annientatrici
come il perenne insulto
che s’abbatte
sul tetto di questa misera dimora.

Vuota e piena
è la struttura!
Vera e falsa
è la costruzione!
Amica e nemica
è la casa!

Oramai è l’arca
del popolo dei solipsismi,
il teatro
dove i guitti si camuffano da eroi,
il lupanare
dove le menti si vendono alla perfidia,
la stalla
dove i lemmi si imbrattano di letame,
la fonte
dove gli uomini si tergono di superbia
per coprire il candore
dell’anima che ripudiano.

Cavo e saturo
è il pensiero!
Erronea e attendibile
è l’azione!
Avversaria e alleata
è la carne!

Perenni e inesauribili
le parole dell’offesa,
depredanti e distruttrici
come l’instancabile sciagura
della stupidità
che s’alloca nel petto di questa umanità.

Tracimano violentemente
dall’ira
gli odi degli uomini!





(Marilina Frasci)
Pubblicata il 15 dicembre 2003 19:58:00


Condividi