Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Il canto del pellegrino

Proteggimi

Orsù dolce, proteggimi!

Una nuova nullità m’insidia,
attenta alla mia innocenza,
assalta la mia integrità,
sobilla la mia dolcezza d'animo
e d’infima menzogna imprigiona
la libertà del pensiero.

M’oltraggia come donna
e come uomo vilmente si nasconde
nello sconosciuto nome.

Io son forte,
ma l’anime deboli patiscono,
e lui ride della altrui semplicità!

E’ il mio tiranno,
il mio aguzzino,
il mio persecutore,
ma io l'ho buggerato
e ad una beffa incatenato.

Lo vedo, freme,
gli cola la schiuma dalla bocca,
è agitato,
sta contorcendo nella sedia
e, dal tormento della mente,
fuoriescono concetti e idee ucciditrici.

Lo vedo,
aggroviglia le gambe
al legno della seggiola,
angosciosamente
batte i piedi al pavimento,
è ansioso,
e l'aria non gli entra nei polmoni,
il respiro rapido e manchevole
chiede alla memoria le frasi
lasciate dallo studio
per ferirmi, per umiliarmi.

Orsù dolce, proteggimi,
è già tuo!

(Marilina Frasci)
Pubblicata il 20 dicembre 2003 20:43:52


Condividi