Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Drudylla

Sogni artificiali
Romba il cielo di questa nostra notte
e schegge di diamanti avvisano,
trillano come campanelli,
frantumati urtano ubriachi
innanzi alla porta della mia pietà.

Venti di tamburi e barche illuminate in mare,
mezzo cerchio di luci a navigare,
ed è attesa magica dei colori in cielo,
di quei suoni duri come mitraglie
che affondano nelle viscere scuotendo i fremiti
di una vita che hai e che non senti
se non palpitante e fanciullesca
come quei fiori danzanti, cantanti rumorosi
dei sogni nella magica notte stellare.

Poesia di fuochi sparge petali sulle chiome
e profuma di gioia gli occhi degli uomini.

Boccioli che s’aprono all’oscurità nell’empireo,
incantevole polvere che fa volare l’anima oltre la vastità.

Filamenti d’argento seminati nei campi stellari,
rossi di passione e di mistero… e piante e corolle
che tuonano come cannoni, sibilano come proiettili
accanto ad arcobaleni d’astri taciti e osservanti
custodi dei sentimenti che non puoi capire…
e anime lavorano, ed altre godono,
anime sorseggiano ed altre piangono.

Sotto diademi di smeraldi che deflagrano
germogliano anelli di rubini che risplendono
disseminando sospiri e lacrime,
creano i deliri artificiali di questa nostra tenebra.

(Marilina Frasci)
Pubblicata il 9 agosto 2004 19:40:16


Condividi