Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Drudylla

Mi chiedono

Mi chiedono di più
e non so dove prendere,
non so cosa dare,
m’accerchiano,
m’intimano
e non so come reagire,
come intervenire.

Mi spingono sempre più
ai margini del mondo
e sento alle spalle il muro,
sono braccato dentro l’io
e soffoco nel suo baccano.

Fan finta di dormire,
fan finta di parlare,
fan finta di capire
e non ti stanno ad ascoltare.

Non mi conoscevano
e per la grazia ero già puttana,
han visto soltanto la mia mano
e son divenuta storpia e strana,
han mangiato un bruscolo di poesia
e lesti m’hanno relegato
nel girone della follia.

A volte parlo loro per abitudine,
altre solo per comprendere che è fatica inutile.

Mi frustano con forza e poi
mi inchiodano ogni volta
che le spalle girano,
ogni volta che un sorriso scordano
appunto nel diario di non dimenticare
che l’altro sono io e che lo devo amare.

Mi chiedono di più
e non so cosa vogliono,
non so più come parlare,
come farmi interpretare.
Mi chiedono,
ed io concedo lor me stessa.

(Marilina Frasci)
Pubblicata il 20 agosto 2004 13:37:51


Condividi