Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Fra i rami

Pargolo

Pargolo, pargolo mio,
bimba, mia dolce bimba,
se s'apre al cuor tuo
il mare della paura
non temere il crescere,
non scansare l'avventura,
perché seppure amandoti
dovrò lasciarti andare,
perché seppur nutrendoti
dovrò la fame farti sperimentare,
e tutti quei dolori umani destinati,
e tutte quelle pene stabilite,
per cui, pargolo, pargolo mio,
bimba mia dolce bimba,
vivi la vita sapendo che t'amo,
soffri e gioisci sapendo che passa,
mentre il mio amore eterno… resta.



(Marilina Frasci)
Pubblicata il 20 luglio 2005 12:06:56


Condividi