Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Se non puoi

Tremavano voci

Tremavano voci
all'accorgersi della sera,
di quelle sue ombre accennate,
di quelle sue fulgide serenate.

Cosė avanzava la notte,
cosė sfumava il suo giorno,
aprendosi in cielo notturno,
facendo largo alle stelle,
serrando il sole alla pelle.

Sovrumano fulgore tu sei,
che induce il mare a riverberi,
che frange il cielo in argento,
e nessun uomo ti ama,
solo l'amore di coppia
ed il bianco gabbiano
che solitario sorvola.




(Marilina Frasci)
Pubblicata il 21 agosto 2005 20:20:59


Condividi