Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Le mie stanze

Il ricordo della semplicità
Data: 24/01/2005 22.59.20

Che giornata lunga e piena di eventi, sono stanca e appagata, eppure se analizzo scrupolosamente tutto ciò che ho fatto non posso fare altro che constatare che non vi è nulla di particolarmente eclatante. Sei ore dedicate al lavoro, poi il pranzo con mia figlia e le conseguenti faccende domestiche, due ore in giro a far la spesa insieme e mentre riempivamo il carrello parlavamo di cose così, del più e del meno, della sua e della mia vita, di cosa sia la felicità e se per noi è reale... ore 20,00 squilla il telefono: Marilina sono Marialuisa, ciao Marialuisa come stai? Marilina devo dirti una cosa! Cosa? Devil non c'è più, è morto oggi ... sono distrutta, mi mancherà!

Si, mancherai a noi tutti Devil, mancherà quel tuo prendermi in giro, il simpatico modo di chiamarmi: dru... dilla, dru... dalla.

Ricorderò lo sguardo tenero d'un padre, un pallone rosso tra le mani della semplicità ed un gigante che porta a spasso sulle spalle il peso di un amore che dona l'eternità.

Ovunque tu sia, Grazie per avermi donato la tua amicizia!

Un abbraccio. Marilina


(Marilina Frasci)
Pubblicata il 25 gennaio 2005 20:00:27


Condividi