Autenticazione
Login


Password



Password smarrita? Clicca qui


Ricerca
Cerca per titolo

Poesia Prosa

Titolo





Cerca per contenuto

Poesia Prosa

Testo contenuto





Raccolta Le mie stanze

Una Telefonata

Ciao mamma, come stai? Sei tutta bagnata? Perché? Ma dove sei?
Ah, sei appena tornata da San mango. Mmmm ho capito nessuno è venuto a prenderti alla fermata dell’autobus. Come al solito, c’era da aspettarselo, passa il tempo ma le persone restano sempre tali. Ti fa ancora male il braccio? Perché non ti prendi qualcosa per quella tendinite? Il cesto? Quale cesto? Io neanche me lo ricordo, non lo trovi più? Dai mammaaaaa, non ci pensare vedrai che appena ti calmi ricorderai dove lo hai messo. Io non credo tu me lo abbia dato, comunque dopo dò uno sguardo in giro e controllo, se lo trovo ti chiamo ok? Hai finito la ricerca per le tende? Mmmm ti manca poco allora, pensi di farcela a sistemare tutto prima della domenica delle Palme? Guarda che ci conto! Ho una gran voglia di vederti, e poi hai bisogno di riposarti, di staccare la spina, di cambiare aria, di stare con me giusto il tempo necessario per non sopportarmi più… ah ah ah ah. Mammaaaaaaaaa … Ancora? Sempre a lamentarti! Lo so che sei stanca e che ti senti sola, ma la solitudine ha due facce una è quella della sofferenza l’altra è quella della libertà, fino a quando sarai in grado di farlo puoi andare dove ti pare e starci fino a quando non ti stufi e se ti stufi… giro di boa, si cambia rotta per navigare verso una nuova isola. Io non vedo l’ora che tu venga a fermare il tuo viaggio qui da me.
Ok ! Ho capito! Smettila di agitarti per queste stupidate, la cesta la troverai, e se non la trovi che importanza ha? La vita ha più valore di una cesta! Dai parliamo d’altro, conserva le forze per quando sarai con me. Pensavo di portati fuori a pasqua, in un agriturismo, Renato sta già pensando dove andare, speriamo faccia bel tempo! Tea? È di là in camera da letto, le vuoi parlare? Te la passo! Va bene mamma, fai la brava, riposati, asciugati bene altrimenti ti ammali e poi mangia qualcosa e non dimenticare anche oggi di prendere le medicine. Si! Si! Va bene, stai tranquilla non preoccuparti! Bacio. Ti passo Tea. A domani! Ti voglio bene!

(Marilina Frasci)
Pubblicata il 22 marzo 2006 21:24:55


Condividi